Halloween Tea Party - spaventosamente dolce


Dopo l'esperienza del Mad Tea Party di giugno avevo proprio voglia di organizzare di nuovo qualcosa, studiando menu e decorazioni: Halloween è stata l'occasione perfetta per dar sfogo alla mia voglia di creare! Innanzitutto dovevo decidere se il mio sarebbe stato un Halloween giocoso e divertente, o una versione più cupa e sanguinolenta? Beh, uno sguardo ai mobili intagliati ed imponenti del soggiorno in cui ambientare il tutto mi ha dato la risposta: le decorazioni non potevano che essere vagamente creepy!


Pinterest come al solito è stata una fonte di ispirazione per menu e decorazioni, e devo dire che alla fine mi è stato difficile limitare la quantità di cose che volevo fare: continuavo a trovare idee che mi piacevano!! Alla fine mi sono limitata: tre dolci e due beveraggi, più le decorazioni. Tempo di tirar fuori il sangue finto e le ragnatele sintetiche!


Una vecchia tovaglia di fiandra macchiata e strappata, un vaso ricoperto di cera insanguinata, rami neri e sinistri, zucche che con pochi colpi di smalto per unghie grondano sangue, ragni e ragnatele... non ci vuole molto a rendere la stanza spaventosa! I festoni a forma di zucca che ho acquistato sono decisamente troppo brillanti ed allegri: smalto rosso e pittura spray li trasformano in catene di zucche assassine e spaventose.


A proposito di zucche: potevo perdermi l'occasione per provare ad intagliare la mia prima zucca? Avevo paura di far danni per cui ho scelto il disegno più semplice possibile: il risultato però mi ha soddisfatto pienamente! La mia zucca era semplice ma cattivissima!


Oltre che per i rami usati nel centrotavola, ho sfruttato l'albero di fico del giardino anche per creare uno sfondo alla spaventosa zucca: rami (questa volta non dipinti) e foglie (seccate sulla stufa) tra i quali tendere ragnatele e ragnetti, illuminati dalle lucine a pile -che hanno sempre un loro perchè, e mi evitano di dar fuoco alla casa con troppe candele.


Il contro-buffet che delimita la zona pranzo di questo salotto è stato un cruccio: non sapevo proprio come decorarlo! Alla fine ho scelto un tema da scienziato pazzo, recuperando cose come la parrucca insanguinata e coperta di ragni del mio costume da zombie (a suggerire una testa mozzata), la testa in cartapesta fatta al liceo per uno spettacolo teatrale (perchè l'avessi ancora è un mistero), e poi vasi e vasetti con etichette di ingredienti magici riempiti di liquidi misteriosi (acqua e colori alimentari). Lucine d'obbligo, tante ragnatele, e le candele (vere) per profumare la casa.


Finite le decorazioni, era tempo di cucinare. Ho subito rispolverato la mia superclassica ricetta natalizia dei Biscotti al Burro per realizzare queste spaventose dita mozzate di strega:
  • 500g farina
  • 250g burro
  • 250g zucchero
  • 7 tuorli d'uovo
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
Aggiungete mandorle intere pelate per le "unghie", colore alimentare rosso e un po' di gelatina o marmellata di mirtilli rossi per il sangue, e i biscotti sono serviti! (dettagli su impasto e cottura nel post linkato).
Come vedete cuocendo hanno un pochino perso la forma, ma rendono ancora l'idea. Una volta freddati ho aggiunto la gelatina/marmellata per rendere il "sangue" lucido e più spaventoso: sono stati un successo, se consideriamo successo le dichiarazioni di "non so se ho il coraggio di mangiarli, mi fanno impressione!" - io sì!


Ovviamente non potevo servire solo biscotti! Avevo già deciso per dei cupcake di red velvet cake, e una torta a due piani con cioccolato, vaniglia, caramello e crema alla zucca. In realtà avevo visto una foto di una torta bellissima su internet, ma la ricetta non era come la volevo io... per cui ho solo mantenuto l'ispirazione estetica, e poi ho fatto tutto di testa mia!


Le basi uscite dal forno sono perfette e profumate. Per le ricette, ecco i link:
Red Velvet - dividendo l'impasto nelle forme dei cupcakes
Torta alla Cioccoricotta - perchè è buonissima
Base alla Vaniglia - perchè faccio sempre quella. Nel post c'è il link alla fonte originale.


Mi piaceva un sacco l'idea di nascondere un cuore di farcitura dentro al cupcake, sotto al frosting (come avevo fatto conq uesti deliziosi cupcake al caramello salato che devo assolutamente rifare). Ovviamente non potevo che scegliere una gelatina di mirtilli rosso sangue, da rivelarsi al primo morso.


Il mio piano iniziaele era di fare dei fantasmi di frosting cui mettere gli occhietti, ma visto che il frosting mi è venuto troppo molliccio, ho ripiegato su dei fantasmini di marshmallow con gli occhi disegnati coi pennarelli alimentari: sembravano vagare sperduti in una melma bianca, ed erano adorabili!


La torta, ah! La torta. Diciamo che sono partita senza una vera ricetta completa: avento completamente disdegnato quella della foto chemi aveva ispirato, ho proceduto a caso. Okay, le due basi sono una certezza quindi sapevo di non richiare molto. Come farcitura e copertura esterna, un cream cheese frosting addizionato di purea di zucca, per restare a tema. Una volta raffreddato, una bella colata di glassa al cacao (comprata, in busta. Eddai, non devo fare proprio tutto tutto tutto da capo, vero?). Sopra la glassa, una colata di caramello di zucchero integrale con la melassa - che è rimasto molle e ha continuato a colare giuù dal piatto per tutto il pomeriggio, quindi visto il flop la ricetta ce la rispamiamo e facciamo finta che l'effetto fosse voluto. In cima a tutto questa costruzione, tre mele caramellate ed una spolverata di mandorle tritate - non ditemi che non è bella:


Nel complesso ero molto soddisfatta della mia tavola:


Cosa c'era in quei bicchieri rossi? Semplicemente un infuso di frutti rossi con sciroppo di lamponi e, a similare degli occhi inquietanti, delle ciliegie sotto sciroppo trovate al supermercato (e, fuori foto, ho servito i Pumpkin Spice Latte di cui ho già parlato in un post precedente).


Tutte le volte che faccio queste cose arrivo sempre a stressarmi un sacco (testimoni le colleghe a cui il giorno prima ho detto: "la prossima volta che mi propongo di organizzare una cosa così, fermatemi, ok?!") ma alla fine mi diverto parecchio e sono sempre soddisfatta del lavoro fatto - anche questa volta non avevo ancora tagliato la torta che mi stavo chiedendo: cosa posso inventarmi la prossima volta??


Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails