Gingerbread House 2015, ispirazione Gaudì

IMG_20160102_201645

Le persone normali le casette di gingerbread le fanno sicuramente prima di natale. Io e le mie amiche  invece prima di natale andiamo a vedere gare di pattinaggio che ci sballano le tempistiche, e anche quest'anno ci siamo trovate a rimandare la creazione fino a gennaio: anche se in ritardo però la tradizione è rispettata, e la nostra terza casetta è stata un successo!

Innanzitutto rispetto agli anni passati abbiamo preso una grande decisione: basta stampo, a questo giro proviamo a creare le sagome a mano libera! Proprio dal viaggio a Barcellona abbiamo tratto la nostra ispirazione:

Park_Güell_02

Già nel 2014 eravamo uscite dalla visita al parco Guell pensando che tutto sommato i decori ci ricordavano tanto delle casette di panpepato, piene di glassa e smarties: come non prenderlo come un segno del destino?!

IMG_20151227_174317

Per farmi un'idea del da farsi ho provato a creare un modellino in cartoncino, per capire cosa si potesse tentare di fare. Non avevo minimamente pensato alle dimensioni ed effettivamente poi è stato necessario scalare (ad occhio, tutto molto scientifico!) le sagome per riuscire a restare nella base che avevamo a disposizione, ma l'idea di base c'era: si trattava solo di metterla in pratica!

IMG_20160102_172641

Le caramelle per le decorazioni non ci mancavano, ma la ricetta? Ho usato questa del forum cookaround :
  • 540 gr di farina
  • un cucchiaino di zenzero
  • un cucchiaino di cannella
  • un cucchiaio di lievito
  • sale
  • 75 gr di burro
  • 130 gr di miele
  • 240 gr di zucchero di canna
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • tre cucchiai di latte

Sciolti in un pentolino il miele, il burro e lo zucchero, li abbiamo fatti raffreddare e poi aggiunti nella ciotola della planetaria a farina, lievito, sale, cannella e zenzero. Dopo un primo impasto abbiamo aggiunto uova e latte. Abbiamo steso l'impasto con un'altezza di circa mezzo centimetro, ed abbiamo ricavato le varie componenti.

Nota #1 ci sono voluti due di questi impasti per realizzare la casetta, con un pochino d'avanzo. Ma uno solo decisamente non bastava.

Nota #2 se i muri perimetrali devono essere belli spessi, il tetto avremmo potuto stenderlo un pelo più fine per farlo pesare di meno. Oppure studiare il modo di cuocerlo in un pezzo solo, su una base angolata.

Cuocere a 170° per 10-12 minuti.

IMG_20160102_190841

Leggendo su internet ho scoperto che molti consigliavano di applicare le decorazioni sulle varie facciate della casa PRIMA di montarla, e così abbiamo fatto. In effetti abbiamo ottenuto dettagli che non credo saremmo riuscite a creare in verticale.

La ghiaccia si è rivelata molto solida, e se di base avevamo trovato una ricetta su internet (450g di zucchero a velo per 100g di albume + un pochino di cremor tartaro) alla fine siamo andate parecchio ad occhio, ma il risultato è stato ottimo!

IMG_20160102_192514

Assemblare i muri è stato tutto sommato relativamente semplice, i dolori son venuto con il tetto....

IMG_20160102_193724

Le falde ondulate del tetto non avevano alcuna speranza di rimanere al loro posto senza far crollare tutto. Immagino che avremmo potuto provarci facendo asciugare qualche ora la casetta, ma visto che dovevamo uscire a cena abbiamo optato per un tetto piatto: ehi, ci stiamo ispirando a un architetto dalla straordinaria fantasia, potevamo ben permetterci un tetto stranamente piatto!

IMG_20160102_195304

Tanta glassa, e poi tutte a trattenere il respiro durante la posa:

IMG_20160102_195359

Mancava solo la decorazione del tetto e poi qualche particolare da aggiungere (incluso l'alberello natalizio davvero carino!) per terminare il nostro nuovo capolavoro!

IMG_20160102_201723

Okay, ora tocca alle millemila foto che devono immortalare l'opera sotto tutti i suoi angoli!

IMG_20160102_201245

IMG_20160102_201143

IMG_20160102_201045

IMG_20160102_201618

(fate ciao allo squalo sul tetto, caduto sicuramente da uno sharknado di passaggio!)

IMG_20160102_201501



Dopo tanta dolcezza, potevamo concludere la serata in una sola maniera:

IMG_20160102_203742

IMG_20160102_212750

 (quanno ce vò, ce vò!)

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails