Deliziosa Apple Pie

DSCF19671 th

Sebben io ami le torte di mele, non avevo mai provato a fare una classica apple pie americana - non so perchè. Se finalmente mi ci sono messa, lo devo solo alla mia (fu) rubrica su Love Nails, che spesso mi ha spinto ad uscire dagli schemi delle mie solite ricette; il tema dell'ultimo numero di quest'anno erano i tessuti, e ci ho messo poco a pensare che l'incrocio di ordito e trama di un tessuto era facilmente assimilabile all'intreccio della crosta burrosa di una apple pie!
Una volta deciso questo... da che parte iniziare? Beh, come al solito dal mio food blog preferito: Smitten Kitchen. Le ricette di Deb non mi hanno mai tradita, perchè non iniziare da lei? Mi sono appuntata istruzioni ed ingredienti in uno dei miei soliti scarabocchi mezzo italiani e mezzo inglesi:



IMG_20150831_121447

E mi sono messa all'opera. Primo step: l'impasto, perchè dovrà riposare un po'.
In una ciotola mescolo:
  • 315g farina
  • 15g zucchero
  • 5g sale
  • Aggiungo poi:
  • 225g burro (ben freddo)
Il burro va tagliato a pezzi, che mescolerete con la farina fino ad ottenere non un impasto omogeneo ma briciole della grandezza di un pisello. E’ importante essere veloci e possibilmente non usare le mani ma spatole o posate per non riscaldare l’impasto e sciogliere il burro.
Aggiungo:
  • 120ml acqua (ghiacciata - e intendo proprio che c'erano dei cubetti di ghiaccio a zonzo per il bicchiere)
A questo punto amalgamate l’impasto con una spatola (sempre per non riscaldarlo), poi sarà tempo di avvolgerlo nella pellicola trasparente  per lasciarlo riposare un’ora.


IMG_20150830_225228

Mentre la pasta riposa, tempo di sbucciare e tagliare le mele: ce ne vorranno 7/8 a seconda della dimensione, in pezzi preferibilmente piuttosto piccoli. Mentre le tagliate, tuffate i pezzi in una ciotola di acqua fredda e limone per evitare che si scuriscano – ma poi scolatele molto bene anche asciugando l’eccesso d’acqua con uno strofinaccio pulito perché non vogliamo troppo liquido nel ripieno!
Trasferite le mele in una ciotola in cui mescolarle bene con:
  • due cucchiai da tavola di farina
  • un pizzico di sale
  • 150g zucchero
  • cannella in polvere, noce moscata in polvere, chiodi di garofano macinati : q.b. (che per me vuol dire: un sacco)

299596814_7362d81fc4

Dopo almeno un’ora, volendo anche due, la pasta è pronta per essere stesa. Di nuovo la parola chiave è “freddo”: l’impasto va lavorato velocemente per non sciogliere troppo il burro che contiene. Dividete l’impasto in due, e con una metà ricoprite il fondo ed i bordi di una tortiera tonda da 24 cm. Decidete come volete realizzare il “coperchio” della torta: se preferite un disco di pasta liscio, stendete la seconda metà dell’impasto ed usatelo per la copertura, ricordandovi di creare delle incisioni al centro per permettere la fuoriuscita del vapore durante la cottura..

A quel punto mi sono trovata via google questo bellissimo diagrammino per l'esecuzione dell'intreccio, e ci ho provato cercando di fare molto, molto in fretta per non squagliare la pasta o distruggerla.

IMG_20150830_231226

E' stato decisamente più semplice di quello che mi aspettavo!

IMG_20150830_231244

Ho appoggiato le strisce sui bordi (usavo una teglia alta, sarebbe sta piuù comoda una con il bordo basso ma non ce l'avevo all'epoca. Ora ho rimediato) e poi ho ritagliato l'eccesso, usandolo per creare un cordoncino con cui ho rifinito il bordo.

Cuocete la torta 25 minuti in forno statico preriscaldato a 220°c, e poi per altri 30 minuti abbassando la temperatura a 190°c.

IMG_20150831_020814

Appena sfornata, la torta ribolle e sobbolle meravigliosamente .... da acquolina in bocca! Io l'ho fatta però ben raffreddare prima di sformarla (è molto burrosa e super friabile, temevo il disastro a toccarla da calda e non potevo correre rischi, perchè dovevo fotografarla per la rivista!).

IMG_20150831_114645

Mi viene l'acquolina in bocca solo a guardare le foto, ricordandomi quanto era buona!

IMG_20150831_121158

Immagino che potrebbe essere godurioso riscaldarla un pochino, o servirla ancora tiepida con un po' di panna, o una salsa alla vaniglia, o del gelato... però giuro che anche da sola è buona, anzi, buonissima!! (Ignorate le fettine di mela, erano solo per decorazione)

DSCF1973

L'interno è cremoso e morbido, decisamente profumato grazie all'abbondanza di cannella che ho aggiunto. La pasta è fragrante e burrosa, ma più leggera di una classica frolla. Okay, ho capito che questo weekend devo cucinarla di nuovo!!

IMG_20150831_120652

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails