Minestra morbida di cavolfiore

DSCF7079

E' arrivato il freddo...  e io ricomincio con le minestre! Questa di cavolfiore è la seconda volta che arriva in tavola, è suppergiù ispirata a una ricetta che ho letto online, ma ha giù subito un paio di revisioni... insomma, come al solito leggo la ricetta, non me la scrivo, e poi improvviso in cucina!! ;) Il risultato però è delicato e morbido, perfetto per una giornata fredda e grigia per scaldarsi mangiando qualcosa di nutriente...

DSCF7074

Come al solito... vedete voi le dosi!! Io ho trovato un cavolfiore piccino picciò, e non l'ho usato nemmeno tutto... ma cucino per due: se siete di più in casa (o volete trovarvi altre porzioni pronte!) aumentate a piacimento!
SI parte con un soffrittino di cipolla sedano e carota - non lo vedete ma giuro che c'è - che nel mio caso arriva diritto dal congelatore, già pronto e affettato. Soffriggo un pò mentre taglio a pezzetti piccolini il cavolfiore. Non importa essere regolari, tanto poi verrà tutto frullato... però se i pezzetti sono piccoli cuociono prima, per cui... pezzetti piccoli! ;)

DSCF7075

Aggiungete liquidi quasi fino a coprire (ho detto "quasi", notate bene - non voglio poi una minestra superliquida!!) - acqua se volete, io ho messo metà acqua e metà latte (scremato o intero, quello che vi capita sottomano!). Poi sale, aglio in polvere e un pizzico di noce moscata. A questo punto coprite la pentola e lasciate cuocere un pò, finchè il cavolfiore non si ammorbidisce.

DSCF7076

Quando sarà sufficientemente morbido, è tempo di frullare. Io ho usato per comodità il frullatore ad immersione, ma potete anche trasferire il tutto in un frullatore a bicchiere... anche un passaverdure se non avete altro... insomma, nel modo che vi è più congeniale, tritate! Non ho cercato di avere una crema morbida, mi piace trovare qualche pezzetto di cavolfiore... per cui è anche più facile!

Ora veniamo alla parte peccaminosa della ricetta: la versione americana a cui mi ero ispirata aggiungeva una bella dose di besciamella E di panna... adesso, va bene tutto ma mi sembrava un filino un'esagerazione!
Per cui ho due possibilità: la volta scorsa ho preparato una piccola dose di besciamella e ce l'ho aggiunta quando la cottura del cavolfiore era praticamente ultimata. Buona, niente da dire. Questa volta però non avevo voglia di sporcare un'altra pentola, per cui ho aggiunto mezzo cartoncino di panna da cucina... ugualmente buono! Senza aggiunte la minestra è sicuramente light... ma con l'aggiunta è molto più morbida e coccolosa: fate voi! In ogni caso, per me è l'uno o l'altro, tutti e due mi sembra troppo!

A questo punto assaggiate, e aggiustate se necessario di sale o altro. Se il tutto fosse troppo liquido, è anche il momento buono per aggiungere un pò di maizena o fecola di patate preventivamente sciolta in un dito di acqua o latte.... e la minestra cremosa è garantita!

DSCF4299

Questo passaggio è assolutamente optional, ma siccome io l'ho inserito, vi devo almeno la spiegazione di cosa siano questi granellini che vedete nelle foto del piatto finito! In poche parole, è un mix di semi e bacche tritati che stiamo aggiungendo a cucchiai un pò a tutto quello che ci finisce in tavola... un pò perchè fanno bene, un pò perchè una volta aperti dobbiamo pure usarli, no? ;) Ma non preoccupatevi: praticamente non aggiungono nessun sapore, per cui saltateli senza problemi!

DSCF7077

Io ne ho aggiunti un pò in pentola, e poi come "tocco estetico" una spolverata sul piatto finito... ma è più un effetto di colore che di sapore! Se volete il sapore... che ne dite di qualche bel crostino?
 Buon appetito!!

DSCF7082

1 commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails