Ancora dolci di natale: il beigli di noci

CIMG6599

Quest'anno dopo un'infinità di tempo ho vinto il timore e la pigrizia ed ho deciso di cimentarmi nel tentativo di riprodurre uno dei dolci che da sempre in casa mia vuol dire "Natale": il Beigli di Noci.
E' un dolce della tradizione ungherese, infatti era mia nonnna a prepararlo per noi tutti gli anni. Purtroppo è mancata ormai da tanto, e diciamo che saranno circa 15 anni che non mangiavo più il dolce fatto da lei. Abbiamo provato a comprarlo ad una bancherella ungherese all'artigiano in fiera, ma non era buono come avrei voluto. Quest'anno la bancarella non c'era neppure (poco male, tanto avevamo deciso che non lo avremmo comprato, visto che poi sapevamo saremmmo rimaste deluse), per cui... era l'occasione perfetta per provarci io, finalmente!

Ora, cos'è un Beigli? E' un dolce arrotolato che può avere diversi ripieni - in casa mia erano standard quello alle noci, e quello ai semi di papavero. L'aspetto dovrebbe essere questo:


Per questo primo tentativo ho deciso per quello di noci, più che altro perchè i semi di papavero non sono facilissimi da trovare e non volevo crearmi troppe difficoltà.
La ricetta è una delle poche che mi ero fatta scrivere da mia nonna, per cui sono andata sul sicuro seguendo le sue istruzioni:

Inizio il giorno prima, preparando il ripieno che deve riposare un pò:

  • 250gr noci tritate
  • 200gr zucchero
  • 10 cucchiai d'acqua
  • 50 gr di uvetta ammollata nell'acqua
  • 1 bustina di vanillina
  • cannella in polvere qb
  • 2 cucchiai di marmellata di albicocche
Faccio sciogliere lo zucchero nell'acqua fino ad ottenere uno sciroppo, a cui aggiungo le noci tritate fini ma non troppo; faccio cuocere a bagnomaria per 15 minuti dal momento dell'ebollizione: si deve presentare come una marmellata molto densa. Aggiungo la sultanina, la vanillina e la cannella, e poi metto a raffreddare e riposare.

Seconda puntata il giorno successivo, quando preparo l'impasto:
250gr di farina
125gr di burro
40gr zucchero
40gr yogurt bianco
1 tuorlo
5gr lievito di birra (o l'equivalente in lievito in polvere)
5 cucchiai di latte tiepido
1 pizzico di sale

Se usate il lievito di birra fresco, in panetto, allora iniziate con l'intiepidire il latte e scioglietevi un poco di zucchero ed il lievito, lasciando riposare il tutto per 5 minuti.
Io non ne avevo per cui ho saltato questo step, usando del lievito in polvere da aggiungere alla farina. Ho unito tutto in un'impasto, e poi l'ho messo in una ciotola coperta a lievitare per tre ore in un posto caldo (vicino a una stufa, un calorifero).
Divido l'impasto in due parti e stendo ciascuna in un rettangolo spesso circa 3mm - io per facilitarmi la vita l'ho fatto su un pezzo di carta da forno che poi ho usato per aiutarmi nell'arrotolamento.
Stendo un velo sottile di marmellata di albicocche sul rettangolo di pasta, e poi metà del ripieno di noci. A questo punto mi aiuto con la carta da forno per arrotolare su sè stesso il rettangolo per il senso della lunghezza, per ottenere un salamotto lungo e stretto....

Spennello di tuorlo d'uovo - io ci ho voluto anche spolverare su un pò di zucchero semolato - ed inforno a 190° per 15-18 minuti. Deve essere bello colorito!

Questa è la sezione....

CIMG6596

Anche questo dolce migliora sensibilmente con un pò di riposo... quindi cnsiglio di farlo con almeno un giorno di anticipo! Si conserva al solito tagliato in due in una scatola di latta...sempre che ne avanzi, è ovvio!!

1 commento:

  1. ho fatto la tua ricetta e domani la pubblichero' nel mio blog la casetta di cioccolato
    grazie

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails