Torta salata di cavolfiori e cumino

Una cosa che sto imparando con questo esperimento di blogging culinario, è che se anche mi rammento di fare foto mentre cuicino, devo anche sforzarmi di commentarle e pubblicarle in tempi ragionevolmente ravvicinati alla effettiva preparazione, poichè mi rendo conto che a più di una settimana di distanza non ho nella mente lo stesso entusiasmo e i commenti che potrei fare se il gusto del piatto fosse ancora fresco sulle mie papille gustative.
Ad esempio: questa torta salata. Era buona, so che l'ho reputata un successo, e mi sono ripromessa di inserirla nei miei menu... ma cosa avrei potuto modificare, cambiare, aggiustare, correggere..?? Non sono sicurissima di ricordarmelo.
L'ispirazione veniva ancora una volta da internet, ma non vale la pena che ne metta il link perchè poi ho fatto qualcosa di completamente diverso, stravolgendo la ricetta per accorciare i tempi e modificando il gusto... per cui resto alla mia versione e basta!!

Ingredienti: un cavolfiore non enorme, un paio di cipolle rosse (bianche penso andrebbero ugualmente bene, ma queste avevo!), parmigiano, cumino, un paio di uova, pasta sfoglia o brisè pronta, sale/pepe/aglio in polvere e un pò di pangrattato. (notare la totale assenza di indicazioni come grammi, cucchiai e altro... andavo a gusto!)

Inizio dal cavolfiore, che trascorre un quarto d'ora in vaporiera per iniziare ad ammorbidirsi un pò...

CIMG3871


Tanto comoda la vaporiera! Adesso devo trovare una sistemazione migliore in cucina, per rendermela più agevole da mettere in uso...

CIMG3869

Le cipolle affettate finiscono in padella con un filo di olio (ma proprio un'idea) e poi a stufare con dell'acqua, le faccio ammorbidire ma assolutamente non colorire...

CIMG3872

Vedete le cipolle ammosciate? Nel frattempo il cavolfiore è uscito dalla vaporiera, cotto ma non troppo perchè deve ancora passare in forno... per ora cipolle e cavolfiore saltellano un pò in padella, con cumino, sale, aglio, pepe e un pò di pangrattato

CIMG3873

Poi aggiungo un paio d'uova battute (e dell'altro pan grattato, che spero assorba eventuale umido in eccesso del cavolfiore) e verso tutto in una tortiera in cui ho già sistemato una pasta già pronta - ultimamente propendo per la brisè, ma anche la sfoglia integrale mi piace molto. Diciamo che mangiandola in due giorni, come siamo soliti fare in casa mia, la brisè è meglio perchè il secondo giorno non è ancora orrendamente molle e triste come la sfoglia, mentre offrendola a una tavola più affollata, fresca di forno, la croccantezza della sfoglia ha davvero un suo perchè!...

Una spolverata di parmigiano grattuggiato in cima, poi ripiego il bordo della pasta e siamo pronti ad infornare questa bella torta che profuma di cumino... Alla fin fine devo solo far cuocere la pasta, per cui dentro a 200° per... beh, al solito non lo so... fin quando non ha un bel colore!

CIMG3874

CIMG3876

Il risultato...

CIMG3878

CIMG3879

CIMG3880


Il risultato mi è decisamente piaciuto... un sapore semplice, reso interessante dal cumino. Il cavolfiore era cotto ma non stracotto, e non aveva rilasciato troppa acqua; eventualmente aggiungerei un pochino di parmigiano all'interno della torta nell' "impasto" delle verdure, visto che la crosticina di formaggio in cima alla fetta era ottima, e potrebbe starci bene distribuire il sapore in tutta la fetta.
Con mia (piacevole) sorpresa, la torta era ottima anche il giorno dopo, forse addirittura migliore!
Decisamente una valida alternativa alla mia "solita" torta di ricotta e spinaci!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails