Memorie di vacanza: le banane secche

5 14 sett 09

Quando ero piccola, mi ricordo di aver mangiato parecchie banane essiccate, una squisitezza superzuccherosa che trovavamo in svizzera e poi di nuovo in corsica... Le banane si riducevano a dei tronchetti un pò gommosi e dolcissimi, con questo sapore vagamente caramellato... mi viene l'aquolina in bocca solo a pensarci!!
Ad un certo punto però, quest delizie sono diventate introvabili... e così, in un formidabile impeto mi sono detta: ma perchè non provarci? Farle in casa??
Il procedimento è semplice anche se un pò lungo (beh, in realtà è la permanenza in forno ad essere lunga, ma uno può impegnarsi in un sacco di altre attività intervallate da pause per controllare il forno!)... ho tagliato le banane (mature, ma non disfatte) a metà e poi ogni metà in quattro spicchi, appoggiandoli su una gratella... e via in forno, messo basso (parliamo di 100° o poco più credo di ricordare) e poi attesa... attesa.... attesa... non saprei dire per quanto, ma parecchio tempo,a nche un'ora, un'ora e mezza forse, finchè le fettine di banana non si rattrappiscono, scuriscono e "ingommosiscono"... le vedete quelle goccine di sciroppo zuccheroso nella foto... che meraviglia....
peccato che così tanto lavoro, ci voglia poi poco più di un'attimo per divorarle, perchè sono così buone che è impossibile fermarsi....

1 commento:

  1. Vero! Le "banane secche" della Svizzera di quand'ero piccino!!! Sono finito qui dopo una ricerca su google appunto per capire se nel mondo esistono ancora, visto che io e i miei genitori sono più di 20 anni che proviamo a cercarle, ogni tanto. :-P
    ...Impegno per la prossima settimana: provare a farle in casa come hai fatto tu! Grazie. :-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails